LO STATUTO

Share Button

STATUTO FEDERAZIONE ITALIANA FLYBOARD VERSIONE SCARICABILE IN PDF

STATUTO DELLA “FEDERAZIONE ITALIANA FLYBOARD”

Art.1 – Costituzione
La Federazione Italiana Flyboard (di seguito F.I.FB) è un’associazione senza fini di lucro costituita allo scopo di promuovere, organizzare, regolamentare e sviluppare in Italia, in ogni fascia di età e di popolazione, lo sport del Flyboard (inteso nell’azione sportiva flyboarding), tecniche ad esso comprese e discipline sportive ad esso collegate, in tutte le sue forme e manifestazioni, nel rispetto dei principi costituzionali e della legislazione vigente ed in armonia con gli indirizzi e con le direttive del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (di seguito CONI) e del Comitato Olimpico Internazionale (di seguito CIO). La F.I.FB redige il presente Statuto in attuazione di quanto disposto dal D.Lgs. n.15/2004, che integra e modifica il D.Lgs. n.242/1999, nonché nel rispetto degli art. 6, comma 4, lett. b) – 26 – 27 e 28 del vigente Statuto del CONI, in armonia con quanto stabilito dal codice civile e con la normativa vigente in materia di società ed associazioni sportive, secondo le previsioni dell’art. 90 della Legge 27 dicembre 2002, n.289 e successive integrazioni e modificazioni. E’ costituita dalle società ed associazioni sportive dilettantistiche ad essa affiliate che operano senza fini di lucro e su base volontaristica nel campo dello sport del Flyboard ed attività ad esso affini, nelle forme e con le modalità stabilite dal presente statuto e dai regolamenti federali.
Viene costituita ai sensi dell’art. 2 e dell’art. 18 della Costituzione Italiana e degli artt. 36, 37 e 38 del Codice Civile quale Federazione Sportiva Nazionale, svolge attività sportiva dilettantistica nel rispetto dei principi contenuti nella Carta Olimpica del CIO e del C.O.N.I.
La F.I.FB persegue le sue finalità istituzionali in ossequio ai principi di democrazia interna e di uguaglianza e pari opportunità, con esclusione di ogni forma di violenza, xenofobia e di discriminazione razziale, religiosa e politica.
Art.2 – Principi e Scopi Generali
Lo Statuto della F.I.FB recepisce e persegue i principi enunciati nel D.L. 23.7.1999 n. 241 e nel D.L. 8.1.2004 n.15, le disposizioni normative contenute nello statuto del CONI, ai quali aderisce incondizionatamente.
La F.I.FB si propone quale scopo principale:
a. la diffusione, la tutela e lo sviluppo del Flyboard e delle discipline ad esso collegate;
b. la promozione dell’attività del Flyboard intesa come elemento di formazione morale, culturale e sociale dell’uomo;
c. l’organizzazione di attività sportive dilettantistiche ed agonistiche compresa l’attività didattica per l’avvio, l’aggiornamento il perfezionamento nella attività sportiva, allo scopo di divulgare la conoscenza dello sport del Flyboard in genere, creando altresì, per i giovani e le famiglie, momenti di ritrovo e di aggregazione;
d. l’adempimento di ogni tipo di obbligazione ed attività necessaria, strumentale e funzionale a richiedere il riconoscimento come Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Sportiva Associata, secondo quanto disposto dai Titoli IV e/o V dello Statuto del CONI.
Per il raggiungimento di tale ultimo fine, il Consiglio Direttivo, anche in deroga alla disciplina delle modificazioni del presente statuto, potrà compiere ogni atto ad esso indirizzato.
Per l’attuazione delle finalità istituzionali, la F.I.FB potrà organizzare sul territorio nazionale gare, concorsi, competizioni, Campionato Italiano, Regionali, Provinciali, manifestazioni orientate alla formazione quali, programmi di formazione degli atleti, dei tecnici ed altre iniziative specifiche, miranti alla promozione al coordinamento, alla pratica e all’affinamento dello sport del Flyboard e delle discipline sportive ad esso collegate, gestire collaborazioni con le federazioni in europea e nel mondo per organizzare su territorio italiano il campionato europeo e mondiale. La F.I.FB si impegna a rispettare ed a far rispettare le norme, le direttive, le deliberazioni e gli indirizzi previsti dal CONI. A fini organizzativi la F.I.FB potrà acquisire a titolo di proprietà, locazione o comodato strutture ed attrezzature idonee alla pratica delle disciplina sportiva. La F.I.FB potrà inoltre compiere operazioni immobiliari, mobiliari, finanziarie, commerciali e pubblicitarie connesse e correlate agli scopi istituzionali e necessarie al raggiungimento delle finalità statutarie. La F.I.FB si propone di svolgere anche altre attività connesse agli scopi istituzionali, al fine di reperire i fondi necessari al raggiungimento delle proprie finalità anche attraverso internet, a titolo esemplificativo ma non esaustivo si cita:
a. svolgere manifestazioni, esposizioni, mostre aperte al pubblico ed aventi per tema lo sport in genere e del Flyboard nello specifico;
b. istituire corsi di preparazione, a tutti i livelli, della disciplina prevista dalla F.I.FB , compresi corsi di aggiornamento e di preparazione per Istruttori, Tecnici e Dirigenti;
c. promuovere lo scambio con altre associazioni aventi finalità sportive simili, in Italia e all’estero, organizzando viaggi di approfondimento e di conoscenza dell’attività sportiva;
d. gestire centri di ritrovo per gli associati, anche di altre società e/o associazioni con finalità analoghe, con possibile attività di somministrazione di alimenti e/o bevande;
e. pubblicare riviste, videocassette e periodici al fine di diffondere lo sport del Flyboard.
La F.I.FB riconosce e persegue i principi fondamentali della Carta Olimpica, in particolare al fine di:
a. unire la pratica dello sport Flyboard alla cultura e all’educazione sociale, assicurando a tal proposito ai giovani atleti una formazione educativa complementare alla formazione sportiva;
b. promuovere e diffondere i valori del buon esempio della tradizione sportiva, della solidarietà sportiva ed economica tra lo sport di alto livello e quello di base, della partecipazione all’attività sportiva del Flyboard, da parte di donne e uomini in condizioni di uguaglianza e di pari opportunità;
c. incoraggiare il mantenimento di una società pacifica nel rispetto del principio di lealtà, del rispetto degli universali principi fondamentali dell’etica al fine di tutelare la dignità umana;
Art.3 – Caratteristiche della Federazione
La F.I.FB è un istituto unitario ed autonomo; è amministrativamente indipendente; è diretto democraticamente attraverso i suoi organi, garantisce l’uguaglianza e la pari opportunità di tutti gli affiliati;
Non ha finalità di lucro, intesa anche come divieto di distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitali durante la vita della Federazione;
Art.4 – – Soggetti affiliati Possono affiliarsi alla F.I.FB coloro che ne condividono gli ordinamenti generali, persone fisiche italiane e straniere, altresì, tutte le Società ed Associazioni sportive dilettantistiche di cui alla L.289/2002 e successive modificazioni ed integrazioni e gli Enti, comunque costituiti secondo le norme vigenti, che si occupino di attività sportiva dilettantistica. Per entrare a far parte della F.I.FB le società ed associazioni sportive devono presentare domanda di affiliazione nei termini e secondo le modalità stabilite, provvedendo al pagamento della relativa quota nella misura annualmente fissata dal Consiglio Federale. La domanda di affiliazione deve essere presentata secondo le modalità e procedure previste nel regolamento organico. Sulle richieste di affiliazione è competente a decidere il Consiglio Federale. Il riconoscimento ai fini sportivi delle associazioni sportive affiliate avviene ad opera del Consiglio Federale della F.I.FB, se ed in quanto a ciò delegato dal Consiglio Nazionale del CONI. 1. Requisiti per l’affiliazione: Le società ed associazioni sportive possono essere affiliati purché: prevedano, negli statuti, l’obbligo di conformarsi alle norme ed alle direttive del Coni, nonché allo Statuto ed ai Regolamenti della Federazione; a. svolgano la loro attività senza fine di lucro; b. riconoscano la giurisdizione sportiva e disciplinare della F.I.FB, c. rispettino il principio elettivo per gli organi direttivi e per gli eventuali organi di controllo; d. osservino il principio della separazione dei poteri fra organi direttivi e organi disciplinari; e. i loro Statuti e regolamenti siano ispirati al principio democratico e di pari opportunità. f. paghino le quote di affiliazione e rinnovo della affiliazione e le quote di tesseramento secondo modalità e termini stabiliti dal Consiglio Federale; g. Gli statuti delle stesse devono essere redatti in osservanza alle prescrizioni di cui all’art.90 della L. n.289/2002 e successive modificazioni ed integrazioni. b. Gli statuti e le deliberazioni di modifiche allo statuto, da sottoporre al Consiglio Federale per la relativa approvazione – se delegato dalla Giunta Nazionale del CONI -, devono essere trasmesse alla Federazione entro il termine di 20 giorni dalla data della relativa approvazione. 2. Doveri degli affiliati: a. Gli affiliati, sono tenuti ad osservare ed a far osservare ai propri dirigenti, soci, tesserati della F.I.FB , le norme contenute nel presente Statuto e nei regolamenti federali ed a rispettare e far rispettare le deliberazioni e le decisioni adottate dagli organi, centrali e periferici, della stessa nel rispetto delle singole sfere di competenza nonché ad adempiere agli obblighi di carattere economico secondo le norme e le deliberazioni federali b. Gli affiliati devono esercitare la loro attività con lealtà e correttezza, osservando i principi, le norme e le consuetudini sportive e salvaguardando la funzione popolare, educativa, sociale e culturale dello sport. c. Gli affiliati sono tenuti a mettere a disposizione della F.I.FB gli atleti selezionati per far parte delle rappresentative nazionali italiane. 3. Diritti degli affiliati Gli affiliati hanno diritto: a. di partecipare alle Assemblee secondo le norme statutarie e regolamentari; b. di partecipare all’attività agonistica ufficiale, nazionale o internazionale, secondo quanto previsto dai regolamenti federali, prendendo parte alle gare di campionato organizzate o autorizzate dalla F.I.FB ed alle gare internazionali organizzate, o comunque approvate, dalle federazioni internazionali cui la F.I.FB è affiliata o è da queste riconosciuta; c. di organizzare manifestazioni di Flyboard e delle discipline sportive ad esso collegate in conformità delle disposizioni dettate dai competenti organi federali e dagli organismi internazionali; Hanno diritto di voto nelle Assemblee Nazionali e Periferiche F.I.FB gli affiliati che rivestano tale qualifica da almeno 12 mesi antecedenti la data di celebrazione dell’Assemblea e che in tale periodo abbiano effettivamente svolto attività federale con carattere di continuità, potendo dimostrare la partecipazione di propri atleti ad almeno una competizione ufficiale organizzata dalla F.I.FB . 4. Rinnovo dell’affiliazione 1. L’affiliazione ha durata annuale. La relativa decorrenza ed il suo termine finale sono stabiliti dal regolamento organico.
2. Gli affiliati devono provvedere al rinnovo dell’affiliazione nei modi e nei termini stabiliti dal regolamento organico. 5. Cause di cessazione dell’affiliazione 1. Gli affiliati cessano di far parte della F.I.FB nei seguenti casi: a. per recesso scritto; b. per scioglimento volontario dell’ente o della sezione, qualora il sodalizio sia costituito in forma di polisportiva, ovvero a seguito di provvedimento emesso dall’Autorità giudiziaria che ne disponga la cessazione dell’attività; c. per mancato svolgimento dell’attività sportiva protrattosi per un periodo di 12 mesi consecutivi, salvi i casi di legittima sospensione previsti dai regolamenti federali; d. per radiazione, inflitta dai competenti organi di giustizia a seguito di gravi infrazioni alle norme federali; e. per mancato rinnovo dell’affiliazione annuale entro i termini previsti dalle norme federali vigenti; f. per revoca dell’affiliazione, deliberata dal Consiglio Federale nei casi di perdita dei requisiti prescritti dallo Statuto per ottenere l’affiliazione Avverso i provvedimenti di diniego e di revoca dell’affiliazione è ammesso il ricorso che deve essere presentato entro 7 giorni al Consiglio Federale. La cessazione di appartenenza alla F.I.FB comporta la perdita di ogni diritto nei confronti della Federazione stessa. La cessazione non esime comunque l’affiliato dall’adempimento degli obblighi non ancora assolti e dal pagamento dei debiti assunti nei confronti della F.I.FB o di altri soggetti affiliati o tesserati nel corso del periodo di affiliazione.
Art. 5 – Gli Organi
a. L’Assemblea;
b. Il Consiglio Direttivo;
c. Il Presidente nazionale;
d. Il Collegio dei Revisori dei Conti.
Art. 6 – L’Assemblea
L’Assemblea, Organo Sovrano della Federazione, è composta da tutte le ASD in regola con l’affiliazione dell’anno sportivo in corso.
L’Assemblea:
– approva il programma annuale e pluriennale di iniziative, di attività e di investimenti ed eventuali interventi straordinari;
– approva il bilancio preventivo, il rendiconto economico e finanziario consuntivo ed il rendiconto patrimoniale;
– decide l’importo della quota associativa annuale;
– delibera la costituzione di servizi e di altri organismi e decide su eventuali controversie relative ai diversi regolamenti e sulla loro compatibilità coi principi ispiratori dello Statuto;
– decide sulle eventuali irregolarità riscontrate dal Collegio dei Sindaci Revisori;
– esamina i ricorsi presentati da soci avverso le decisioni del Consiglio Direttivo;
– apporta le modifiche allo Statuto;
– alla scadenza dei mandati o in caso di dimissioni o decadenza elegge il Presidente e gli altri organi della Federazione.
a. L’Assemblea – sia ordinaria che straordinaria – è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno degli affiliati ;
b. In seconda convocazione, l’Assemblea ordinaria è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza assoluta degli affiliati presenti;
c. La seconda convocazione dell’Assemblea può aver luogo almeno un’ora dopo la prima;
d. L’Assemblea è convocata dal Consiglio Direttivo in via ordinaria almeno una volte l’anno: in via straordinaria su richiesta di almeno 1/10 della base sociale o del Consiglio dei Sindaci espressa all’unanimità, in questo caso, l’Assemblea dovrà essere convocata entro trenta giorni dalla data in cui viene richiesta;
e. L’annuncio della convocazione dovrà essere comunicato agli affiliati almeno dieci giorni prima mediante avviso affisso nella bacheca della sede sociale o con il mezzo ritenuto più idoneo alla massima diffusione, compreso l’ausilio di comunicazioni con sistemi elettronici quali a titolo esemplificativo fax e/o email, in ogni caso sul sito internet della federazione dovrà essere pubblicata la notizia che verrà indetta l’assemblea degli affiliati almeno 30 giorni prima della data decisa. , specificando la data, l’ora e la sede della riunione, nonché l’ordine del giorno in discussione;
f. L’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è presieduta da un Presidente nominato dall’Assemblea stessa; le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali;
g. Le votazioni sull’argomento all’ordine del giorno, dirette e personali, possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto;
h. L’Assemblea per il rinnovo degli Organi:
– stabilisce il numero dei membri del Consiglio direttivo composto di norma: da un minimo di 3 ad un massimo di 11 e, nel caso siano organi previsti, dei membri del Collegio dei Sindaci Revisori ( 3 effettivi) ed il numero dei membri del Collegio dei Probiviri (3 effettivi) sulla base dell’entità numerica del corpo sociale;
– elegge il Comitato Elettorale per adempiere a tutte le operazioni inerenti il voto;
– approva l’eventuale regolamento per le elezioni stabilendo criteri che garantiscono i diritti delle minoranze;
i. Il Presidente dell’assemblea comunica agli eletti i risultati delle elezioni;
j. Le deliberazioni dell’Assemblea ed i rendiconti economici e finanziari saranno resi noti agli affiliati con le medesime modalità previste per la sua convocazione.
Art. 7 – Il Consiglio Direttivo
a. Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno uno o più Vice presidenti, il Segretario e l’Amministratore;
b. Il Consiglio Direttivo inoltre fissa le responsabilità dei Consiglieri in ordine alle attività svolte per il conseguimento dei propri fini;
c. Il Consiglio Direttivo, per compiti operativi nelle sezioni, nei gruppi di interesse e negli altri suoi organismi, può avvalersi dell’attività volontaria anche di cittadini non soci, in grado, per competenze specifiche, di contribuire alla realizzazione di specifici programmi;
d. Il Consiglio Direttivo può avvalersi di Commissioni di lavoro, da esso nominate;
e. Il Consiglio Direttivo dura in carica, di norma, 4 anni. Ove venisse a mancare, per qualsiasi motivo, un membro del Consiglio Direttivo, gli subentra il primo dei non eletti;
f. Il consigliere che, salvo giustificate cause di forza maggiore, non interviene a 3 riunioni consecutive del Consiglio Direttivo, viene dichiarato decaduto;
g. Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente in via ordinaria di norma 4 volte l’anno, ed in via straordinaria, su richiesta di almeno 1/3 dei suoi membri o su richiesta del Collegio dei Sindaci Revisori;
h. Il Consiglio Direttivo:
– formula i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto e li sottopone all’Assemblea;
– attua le deliberazioni dell’Assemblea;
– decide l’importo delle quote suppletive per determinati servizi;
– propone all’Assemblea il regolamento di applicazione dello Statuto;
– definisce i regolamenti delle sezioni, dei gruppi e degli altri organismi in cui si articola secondo le indicazioni dell’assemblea;
– decide sulle eventuali controversie che dovessero insorgere fra gli affiliati e sulle eventuali misure disciplinari da infliggere agli affiliati ;
– decide le norme e le modalità di partecipazione alle attività organizzative nella zona e l’apertura delle proprie attività alle forze sociali ed ai singoli cittadini;
i. I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche sociali in altre Società o Associazioni Sportive nell’ambito della medesima disciplina.
Art. 8 – Il Presidente
Il Presidente:
– È il legale rappresentante dell’associazione e la rappresenta nei rapporti esterni: personalmente o a mezzo di suoi delegati;
– convoca e presiede il Consiglio Direttivo;
– cura l’attenzione delle delibere del Consiglio Direttivo;
– stipula gli atti inerenti l’attività;
a. In caso di impedimento o di prolungata assenza del Presidente, il Vicepresidente lo sostituisce nei suoi compiti;
b. Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne organizzative, finanziarie e patrimoniali al nuovo Presidente, entro 20 giorni dalle elezioni di questi; tali consegne devono risultare da apposito processo verbale che deve essere portato a conoscenza del Consiglio Direttivo alla prima riunione.
Nomina su rapporto fiduciario e revoca delegati provinciali e regionali, può costituire delle delegazioni distaccate, comitati provinciali e regionali ed esteri della F.I.FB nei luoghi che riterrà più opportuni al fine di meglio raggiungere gli scopi degli affiliati.
c. Nomina su rapporto fiduciario e revoca la commissione tecnica nazionale d’esame, il tecnico nazionale e il responsabile del G.U.G. (Giudici e Ufficiali di Gara).
d. Elabora e approva il regolamento della gestione dei comitati periferici.
e. Elabora e approva il regolamento organico R.S.F. (Regolamento Sportivo Federale).
Art.9– Collegio dei Sindaci (facoltativo)
a. Il Collegio dei Sindaci Revisori dei Conti si compone di tre membri eletti dall’Assemblea con le stesse modalità del Consiglio Direttivo e durano in carica per lo stesso periodo ma che non decadono se questi dovesse decadere, per qualsiasi ragione, anticipatamente;
b. Alla prima riunione i Sindaci eleggono un Presidente che convoca e presiede le riunioni;
c. Il Collegio dei Revisori dei Conti ha il compito di verificare periodicamente la contabilità, la cassa e l’inventario dei beni mobili ed immobili. Ha altresì il compito di esaminare e controllare il conto consuntivo e di redigere una relazione sui contenuti del bilancio consuntivo all’Assemblea;
d. I Revisori dei Conti possono partecipare alle riunioni della Presidenza con voto consultivo.
Art. 10– Dimissioni
a. Gli affiliati possono dare le dimissioni in qualsiasi momento purché non siano pendenti impegni economici assunti dall’Assemblea per investimenti ed interventi straordinari. Le dimissioni devono essere presentate per iscritto al Consiglio Direttivo.
b. Le dimissioni da organismi, incarichi e funzioni debbono essere espresse per iscritto al Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo ha facoltà di discutere e di chiedere eventuali chiarimenti prima di ratificarle;
c. In caso di dimissioni dal Consiglio Direttivo, subito dopo la ratifica da parte dell’organo stesso, spetta al Presidente dare comunicazione al subentrante (o ai subentranti) delle variazioni avvenute.
Art.11 – Gratuità degli incarichi
a. Le funzioni di membro del Consiglio Direttivo, del Collegio Sindacale, del Collegio dei Probiviri e degli Organi delle sezioni, società e gruppi o gli incarichi svolti dai cittadini che prestano attività volontaria sono completamente gratuite:
b. Eventuali rimborsi spese dovranno essere concordati e definiti specificatamente con il Consiglio Direttivo ed iscritti nel bilancio della Federazione.
Art. 12 – Patrimonio e Bilancio
a. Il patrimonio sociale dell’Associazione è costituito da:
– proventi del tesseramento;
– eventuali versamenti degli affiliati , dei loro familiari e di tutti coloro che fruiscono delle iniziative;
– eventuali contributi pubblici;
– proventi delle manifestazioni e delle gestioni della Federazione;
– donazioni, lasciti, elargizioni speciali, sia di persone che di Enti Pubblici o privati, concessi senza condizioni che limitino l’autonomia del sodalizio;
– beni mobili e immobili di proprietà;
b. Gli eventuali utili di gestione devono essere reinvestiti per le finalità istituzionali.
Art. 13 – Esercizi Sociali e Anno Sportivo
a. Esercizi Sociali si chiudono il 31 dicembre di ogni anno;
b. Alla fine di ogni Esercizio il Consiglio Direttivo redige il rendiconto consuntivo che deve essere presentato all’approvazione dell’Assemblea entro il 31 marzo successivo.
c. L’anno sportivo è inteso dal 1 settembre al 31 agosto. Le assicurazioni rivolte agli affiliati seguiranno tale copertura. (ANNO SPORTIVO dal 1 settembre al 31 agosto).
d. Le affiliazione e riaffiliazioni, debbono essere presentata entro e non oltre il 31 ottobre di ogni anno. Gli affiliati che andranno oltre tale termine dovranno versare la quota di mora stabilita.
Art. 14 – Operazioni Amministrative
a. Per le operazioni di carattere amministrativo, economico e finanziario, oltre alla firma del Presidente può essere richiesta quella dell’Amministratore;
b. Il Consiglio Direttivo può peraltro nominare un altro componente per le incombenze di cui sopra in sostituzione, in caso di assenza o di impedimento dei responsabili.
Art. 15 – Modifiche statutarie
Il presente Statuto può essere modificato con decisione dell’Assemblea straordinaria;
a) Sia in prima che in seconda convocazione le variazioni sono approvate dalla maggioranza dei presenti purché questi rappresentino il 50% più uno del corpo sociale;
b) Per le variazioni imposte da futura legislazione civile o fiscale è competente il Consiglio Direttivo;
c) Le possibili future variazioni di sede all’interno del territorio italiano, in deroga alla disciplina delle modificazioni statutarie, saranno di esclusiva competenza del Consiglio Direttivo.
Art. 16 – Scioglimento
a. Lo scioglimento può avvenire con decisione dell’Assemblea e con il voto favorevole di almeno ¾ degli affiliati presenti all’Assemblea purché questi rappresentino almeno il 50% più uno del corpo sociale;
b. In caso di scioglimento il patrimonio residuo dopo la liquidazione dovrà essere devoluto a altra federazione o fini di utilità sociale;
c. La scelta del beneficiario è deliberata dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo, con la maggioranza qualificata prevista per lo scioglimento del sodalizio.
Art. 17 – Disposizioni Finali
a. Per quanto non contenuto nel presente Statuto valgono le norme contenute nello Statuto Nazionale del CONI ed eventualmente nel regolamento organico ed in ultima istanza dalle leggi in materia.

 
 
 
 
settembre: 2018
L M M G V S D
« giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
 
 

Count per Day

  • 317Questo articolo:
  • 24641Totale visitatori:
  • 6Oggi:
  • 0Utenti attualmente in linea:
 
 
 
 
 
 
 

Copyright © 2018 FEDERAZIONE ITALIANA FLYBOARD. All Rights Reserved.
Produced by FEDERAZIONE ITALIANA FLYBOARD